Il gusto
della natura

PiCa Festival

Per la sua seconda edizione il PiCa Festival si sposa con I Maestri del Paesaggio. Un programma ricco di eventi e iniziative che affiancherà e completerà il quadro della manifestazione: workshop, musica dal vivo, stage, laboratori, degustazioni e la possibilità di poter stare a pranzo e a cena. A cura di Maite. Ex carceri di Sant’Agata – Bergamo Alta.

 

L’accoppiata Peperoncino e Canapa si è rivelata azzeccata e vincente per una manifestazione che alla prima edizione ha ottenuto un successo anche fuori dalle aspettative degli organizzatori, richiamando centinaia di visitatori e attirando l’attenzione della stampa e della televisione locale.
Peperoncino e Canapa si sposano ed intrecciano perfettamente i loro ruoli ed è per questo che “PiCa” diventa un evento in grado di interessare contemporaneamente più ambiti: dallo sviluppo economico al recupero e alla salvaguardia della tradizione, dalla promozione del benessere alla buona gastronomia, dal senso di condivisione comunitaria fino alla promozione turistica.
La coltivazione della Canapa si sta affermando sempre più in Italia come una possibile risorsa economica, in grado di aprire la porta a nuove possibilità agricole e artigianali, legate alle sue svariate modalità di utilizzo. Una coltura (e una Cultura) ecologicamente ed eticamente sostenibile che parte dal Passato per darci una nuova chiave di lettura del Futuro.

L'evento, pensato e organizzato con la collaborazione di PIKKANAPA di Jesi, ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Bergamo, Assessorato all'Ambiente, Politiche Energetiche e Verde Pubblico ed è stato ripreso da molte testate e siti di informazioni locali, tra cui “L'Eco di Bergamo” e “Il Corriere”. La coltivazione della Canapa si sta affermando sempre più in Italia come una possibile risorsa economica, in grado di aprire la porta a nuove possibilità agricole e artigianali, legate alle sue svariate modalità di utilizzo. Una coltura (e una Cultura) ecologicamente ed eticamente sostenibile che parte dal Passato per darci una nuova chiave di lettura del Futuro.
L'evento, pensato e organizzato con la collaborazione di PIKKANAPA di Jesi, ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Bergamo, Assessorato all'Ambiente, Politiche Energetiche e Verde Pubblico ed è stato ripreso da molte testate e siti di informazioni locali, tra cui “L'Eco di Bergamo” e “Il Corriere”.

Al “PiCa” abbiamo ospitato persone che hanno fatto della passione per il Peperoncino o della loro scommessa sulla Canapa un'attività produttiva capace di produrre lavoro, benessere e reddito. E proprio intorno al concetto di “benessere” abbiamo legato una gastronomia caratterizzata da prodotti “a Km 0”, un week end ecogastronomico durante il quale degustare, mangiare e anche concorrere alla gara più piccante di Bergamo, quella del Mangiafuoco!
Grazie allo stretto rapporto di collaborazione con la manifestazione marchigiana “PIKKANAPA”, abbiamo potuto contare sulla presenza dell'agronomo Leonardo Brunzini che ha tenuto due interessanti workshop sul Peperoncino (Storia, proprietà e usi del Peperoncino) e sulla Canapa (Utilizzo ecobiologico della Canapa in campo alimentare, storia e tradizione italiana).
Non è mancata la Musica, con il sabato folk in collaborazione con Rataplam, nello specifico con uno stage di Saltarello Marchigiano tenuto da Grazie e Grazià a cui è seguito un concerto serale; mentre la Domenica è stata la volta di Shanty Sound e del suo Sound System.

“PiCa 2016”
16/17/18 Settembre 2016
Per la seconda edizione di “PiCa” intendiamo mantenere inalterata una struttura ed una organizzazione degli eventi che si sono rivelate efficaci e funzionali, partendo dalla durata e dalla data di svolgimento che sarà il terzo fine settimana di Settembre (16/17/18 Settembre), aggiungendo quindi un giorno in più alla durata dell'iniziativa.
Per permettere alla manifestazione di sviluppare in pieno le potenzialità di crescita dimostrate nel 2015, quest'anno l'organizzazione ha deciso di lavorare in particolar modo nel coinvolgimento di nuovi produttori ed espositori, non dimenticando mai di affiancare alla quantità anche la qualità dei prodotti in esposizione.
Il programma sarà di nuovo ricco di eventi ed iniziative che affiancheranno e completeranno il quadro della manifestazione: workshop, musica dal vivo, stage, laboratori, degustazioni e la possibilità di poter stare a pranzo e a cena nel cuore della manifestazione.
Per vivaisti ed espositori interessati a presenziare richiedere informazioni e regolamento presso il maite entro e non oltre la prima metà di luglio. Postazioni a disposizione fino ad esaurimento spazi.