Alpine Seminar
8·9 settembre

Data

8> 9   Settembre

Ora

Dalle 14.30 dell'8 settembre

Luogo

Nuovo Ostello Curò – Valbondione

Alpine Seminar è un ciclo di conferenze che propone una lettura in quota e in ambiente alpino dei temi paesaggistici trattati dalla rassegna I Maestri del Paesaggio. Lo fa in coerenza con il tema generale il Plant Landscape declinandone però la lettura nello specifico contesto in cui opera: la montagna alpina.

Scarica qui il programma dell'evento

Tutte le iniziative #Educational sono coordinate dal Bergamo Landscape and Garden Institute

Foto di copertina: Dimitri Salvi

Condividi su

Con il contributo di   

Con il Patricinio di             

 

Media partner      

In collaborazione con    

CONCORSO: Diventa relatore all’Alpine Seminar

La quarta edizione dell’Alpine Seminar, che si svolgerà presso l’Ostello Curò, in alta Valle Seriana (BG), si arricchisce quest’anno del concorso “Diventa relatore all’Alpine Seminar”.

L’obiettivo dell’iniziativa è duplice: in primo luogo offrire ai giovani la possibilità di presentare in un contesto peculiare come quello dell’Alpine Seminar i loro studi e le loro ricerche e in secondo luogo coinvolgere più attivamente il mondo della scuola nelle iniziative formative coordinate dal Bergamo Landscape and Garden Institute.

>> Scarica qui il bando

 

©ph. Dimitri Salvi

Il Seminario

Avrà luogo i giorni 8 e 9 settembre 2018, a partire dal pomeriggio del sabato e fino la mattina della domenica, all’Ostello Curò, una straordinaria e accogliente struttura del CAI di Bergamo collocata in alta Valle Seriana al margine occidentale della Conca del Barbellino, a circa 1.900 metri di quota.

Per la salita all’Ostello Curò, e anche per il ritorno a valle, sono disponibili le jeep delle Guardie ecologiche della C.M. Valle Seriana (per circa metà strada, sino all’attestamento inferiore della teleferica del rifugio) e la teleferica del Rifugio Curò (solo per gli zaini).

La conca del Barbellino vista dall'alto

Relatore
Michele  Achilli

Michele  Achilli

Agronomo ed enologo 

Relatore
Marco Caccianiga

Marco Caccianiga

Professore di Botanica all'Università di Milano

Relatore
Guido Montaldo

Guido Montaldo

Giornalista

Relatore
Riccardo Rao

Riccardo Rao

Professore di Storia Medievale all'Università di Bergamo

Relatore
Tiziano Fratus

Tiziano Fratus

Poeta e scrittore

Relatore
Francesco Ferrari

Francesco Ferrari

Studente e vincitore del concorso “Diventa relatore all'Alpine Seminar 2018"

Relatore
Paolo Simeone

Paolo Simeone

Architetto esperto in edilizia sostenibile di legno

Relatore
Fausto Gusmeroli

Fausto Gusmeroli

Ricercatore Fondazione Fojanini

Michele Achilli
Nato a Sondrio nel 1989, cresciuto a Berbenno di Valtellina, ho sempre lavorato a fianco del nonno nella vigna di famiglia e di una piccola azienda locale. Dopo avere frequentato l'Istituto Tecnico Agrario di Sondrio ho seguito il corso di Viticoltura ed Enologia alla Facoltà di Agraria di Milano.
Avendo svolto, durante gli studi, lavori che esulavano dal contesto agricolo ho deciso, dopo il conseguimento della Laurea nel 2013 e un tirocinio di 2 mesi nell'alto Piemonte (“Il Chiosso” a Gattinara), di intraprendere un'esperienza lavorativa nella California del vino. Ho lavorato presso “Kendal Jackson Winery” (Sonoma County) per tre vendemmie. Esperienza molto formativa dal punto di vista linguistico e lavorativo poiché ho avuto a che fare con varietà differenti dal Nebbiolo Valtellinese quali Pinot nero. Quando tornavo in Valtellina tra una vendemmia e l'altra seguivo diversi vigneti di privati e non.
Nel gennaio del 2017 ho iniziato a lavorare per “La Perla” di Marco Triacca come agronomo/enologo per poi approdare nell'azienda “Dirupi” nell'aprile del 2018.

Marco Caccianiga
Laureato in Scienze Naturali, ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Scienze Naturalistiche e Ambientali con una tesi riguardante la vegetazione delle aree abbandonate dai ghiacciai in ritiro. Ha lavorato come post-dottorato all’Université Laval di Québec (Canada) studiando le fluttuazioni del limite boreale degli alberi in seguito ai cambiamenti climatici. Attualmente è Professore Associato presso il Dipartimento di Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano. Si occupa di Botanica Sistematica, Geobotanica ed Ecologia vegetale, con particolare riguardo alla flora e alla vegetazione alpina e alle loro relazioni con il clima e le sue variazioni. I temi di ricerca trattati riguardano le fluttuazioni del limite della vegetazione arborea, la dinamica di vegetazione sulle aree proglaciali, le comunità di piante e artropodi in aree glaciali e periglaciali, la biogeografia Alpina. Si occupa inoltre di Botanica Forense.

Riccardo Rao
Riccardo Rao insegna storia medievale presso l’Università degli Studi di Bergamo e fa parte dei comitati editoriali di alcune riviste scientifiche di settore, come Reti Medievali, Mémoire des Princes Angevins e Popolazione e Storia. I temi su cui vertono i suoi interessi e a cui ha dedicato monografie e contributi scientifici sono principalmente i beni comuni, l’ambiente e i paesaggi medievali. Il suo ultimo libro, I paesaggi medievali, Carocci, 2015, è stato insignito del Premio Italia Medievale 2015 per la sezione Libri ed Editoria e del Premio CNR per la Divulgazione scientifica. Sui lupi nella storia ha in corso di pubblicazione la monografia Il tempo dei lupi, Utet, 2018.

Tiziano Fratus
Attraversando le foreste di conifera della California e le Alpi Tiziano Fratus ha perfezionato il concetto di Homo Radix, al quale sono conseguiti una pratica quotidiana di meditazione in natura e la disciplina della Dendrosofia.
In vent’anni di lavoro ha pubblicato opere per editori quali Mondadori, Feltrinelli, Einaudi, Bompiani, Laterza, Ediciclo. Fra i suoi titoli più apprezzati Manuale del perfetto cercatore d’alberi, I giganti silenziosi, Ogni albero è un poeta, L’Italia è un bosco, Il libro delle foreste scolpite, Il bosco è un mondo, Un quaderno di radici, Il sole che nessuno vede.
Le sue liriche sono state tradotte in dieci lingue e pubblicate su rivista o in volume in sedici paesi.
Collabora coi quotidiani «La Stampa» ed «Il Manifesto» e conduce il programma Nova Silva Philosophica su Radio Francigena.
Vive nella campagna piemontese, laddove si esaurisce la costanza della pianura e si snodano le radici delle montagne.
Sito: studiohomoradix.com

Guido Montaldo
Guido Montaldo, nato a Milano nel 1960, dopo un’adolescenza dedicata al basket (Serie A1-Xerox), viene colto dalla passione per la musica e la cultura celtica. Musicista per oltre 30 anni, in gruppi storici di musica celtica (Celtag) ed etnica (Baraban); da circa vent’anni, dopo la laurea in Lettere Moderne, con una tesi in Storia : “Dibattito sulla vinificazione in Lombardia durante la Restaurazione austriaca (1812-1859)”, si occupa di giornalismo enogastronomico ed è bibliotecario  presso il Sistema Biblioteche del Comune di Milano. Giornalista dal 1993, collaborazioni con giornali e riviste del settore (Corriere Vinicolo e Vignevini); di turismo enogastronomico (Bell’Italia, Traveller, Vie del Gusto, Alice cucina e MarcoPolo) e del Sole24ore (Bargiornale e Ristoranti). Autore di numerosi libri e pubblicazioni, tra i quali: “Il vigneto della Provincia di Sondrio” e “I vigneti del Papa” (ediz. Città del Vino); coautore nel volume di Gianni Brera “Il Doc San Colombano”. Saggi sulla Valtellina nel libro “La Provincia di Sondrio”, collana Mondo popolare in Lombardia e in “Le piante coltivate e la loro storia”, Angeli ed. Milano. Coautore nel libro “Italia di vino in vino” con M.Busso, ed. Gribaudo. Ha curato la mostra “Lambrusco, un vino dalle origini antiche, dal gusto moderno”, Modena, Foro Boario, 2001.
Dal 2016 ad oggi è Direttore della rivista on line dell’Organizzazione nazionale assaggiatori vino - www.onavnews.it

Paolo Simeone
Paolo Simeone è un architetto esperto di edilizia sostenibile di legno. Per nove anni è stato ricercatore presso il Cnr-Ivalsa, il più grande istituto di ricerca italiano nel settore foresta-legno, dove ha lavorato con un team internazionale di ingegneri e tecnologi, diretto dal prof. Ario Ceccotti, allo studio e alla sperimentazione dei sistemi innovativi nel campo delle costruzioni di legno.
In particolare ha condotto le ricerche inerenti alla prefabbricazione e alla modularità con tecnologia X-Lam attraverso la progettazione e realizzazione di diversi prototipi full-scale. Nel 2014 ha fondato insieme a Andrea Briani lo studio DUOPUU (www.duopuu.eu) e svolge attività di progettazione, consulenza e ricerca nel campo dell'architettura di legno. Milanese di adozione, Paolo è anche socio fondatore del FabLab Opendot (www.opendotlab.it) e graphic designer. Attualmente è docente e responsabile di laboratorio nel nuovo Master in Architettura delle Costruzioni in legno del Politecnico di Torino.

Fausto Gusmeroli
Fausto Gusmeroli nasce nel 1954 a Tartano, in Valtellina. Trascorre la sua infanzia a Verano Brianza (Milano), dove rimane fino all’età di quattordici anni, per poi trasferirsi a Sondrio, dove vive tutt’ora.
Dopo gli studi superiori si laurea in Scienze agrarie all’Università degli Studi di Milano. Sposato con due figli, svolge attualmente attività di ricerca presso la Fondazione Fojanini di Studi Superiori di Sondrio e attività di docenza in agroecologia alla Statale di Milano. Ha pubblicato diversi lavori su riviste scientifiche nazionali e internazionali, tenuto numerose conferenze in convegni e simposi ed è autore di libri, articoli divulgativi e opere teatrali su diversi temi, in particolare l’agricoltura, la cultura alpina e la sostenibilità. Ha avuto in passato esperienze amministrative ed è attivo nell’associazionismo sociale e culturale. Ama la montagna, i suoi spazi liberi, i suoi silenzi, il suo carico simbolico e le sue sfide.

L’ottava edizione della manifestazione I Maestri del Paesaggio è caratterizzata da un’interessante iniziativa: ARKETIPOS collabora con l’associazione PHORESTA Onlus per compensare le emissioni di CO2 e trova in STUCCHI spa la sensibilità e il supporto economico per l’operazione.

Con il contributo di   Phoresta_logo-Stucchi

per la compensazione di CO2  Educational_Phoresta_logo

Prenota ora il tuo posto!

La quota d’iscrizione è di € 70,00 (IVA inclusa) e prevede: pensione completa all’Ostello o Rifugio Curò (cena di sabato 8, pernottamento, colazione e pranzo di domenica 9) e 2 coffee break. 
Sono esclusi la doccia e gli extra (bar, vini speciali a tavola, ecc.), che restano se consumati a carico dei partecipanti.
I costi per i contenuti formativi del Seminario sono sostenuti dalla Fondazione Lombardia per l'Ambiente.

Quota ridotta a € 50,00 (IVA inclusa) per i primi 10 studenti di istituti secondari superiori e studenti universitari che si iscriveranno al seminario* (immettere il codice promozionale as-student-discount-2018).
*In caso di iscrizione come studenti, trasmettere a info@arketipos.org un documento comprovante l'iscrizione all'istituto scolastico o universitario.

Quota ridotta a € 50,00 (IVA inclusa) per i primi 5 docenti di istituti secondari superiori e di università che si iscriveranno al seminario (immettere il codice promozionale as-docenti-discount-2018).

ARCHITETTI
L’evento formativo partecipa al piano per la formazione professionale continua degli Architetti iscritti ad un Ordine provinciale con l’attribuzione di n. 7 CFP (3 CFP sessione del 08 sett. + 4 CFP modulo sessione del 09 sett.).

DOTT. AGRONOMI E FORESTALI
L’evento formativo partecipa al piano per la formazione professionale continua dei dottori agronomi e dei dottori forestali con l’attribuzione di n. 1 CFP (per la partecipazione ad entrambe le giornate) ai sensi del Regolamento per la Formazione prof. Continua del CONAF 3/2013.

INGEGNERI
È stata presentata l'istanza di richiesta per i CFP all'ordine degli ingegneri per l'accreditamento all'evento. 

Si ricorda ogni professionista che necessita di CFP di provvedere alla compilazione del modulo predisposto durante la preregistrazione e di firmare (entrata e uscita) i moduli cartacei che verranno messi a disposizione dall'Organizzazione. 
Eventuali firme mancanti comporteranno la non assegnazione dei CF.

Organizzato in collaborazione con  Logo-OAB