Incontri formativi
e approfondimenti

Forum sull'ambiente - Agenda 21

L'Assessorato all'Ambiente, politiche energetiche e verde pubblico del Comune di Bergamo organizza un'assemblea pubblica per presentare la Relazione sullo stato dell'ambiente (Agenda 21), così come previsto dalla Carta di Aalborg ”Carta delle città europee per uno sviluppo durevole e sostenibile” sottoscritta nel 2005.

All'apertura del Forum saranno presentati in anteprima due progetti che, con un approccio innovativo, puntano a valorizzare i parchi pubblici urbani: da un lato verrà mostrata la app per smartphone “Parchi in tasca”, dall’altra il nuovo design per la cartellonistica dei parchi della città.
Due progetti che, prima in versione digitale e poi fisica, propongono agli utenti (locali e non) una guida sempre completa e aggiornata per muoversi nel verde in città. I due progetti sono frutto di una stretta collaborazione tra l’Associazione “Pezze di terra”, il Comune di Bergamo e due scuole superiori cittadine: l’Istituto Caniana e l’ITIS Palocapa.

 

L'amministrazione Comunale, manifestando una crescente attenzione per le problematiche ambientali, ha di recente avviato strumenti di programmazione/pianificazione di settore e dato nuovo impulso all’ aggiornamento degli strumenti esistenti.
In particolare è stato avviato aggiornamento della Relazione sullo Stato dell’ambiente all’interno del processo di Agenda 21.
L’Agenda 21 nasce nel 1992, a Rio de Janeiro, durante il Summit delle Nazioni Unite sull'Ambiente e Sviluppo, con il documento ''Agenda 21 – Piano d'azione per il 21esimo secolo'' avente l'obiettivo di rendere operativo il concetto di sviluppo sostenibile.
Il capitolo 28 dell’Agenda 21 richiama la responsabilità delle amministrazioni locali, in qualità “di livelli di governo più vicini al popolo” a “costruire, operare, e conservare le infrastrutture locali dell’ economia, della società e dell’ambiente, a coordinare processi di pianificazione, a intraprendere leggi e politiche locali in favore dell’ambiente ed a contribuire alle politiche stesse a livello regionale e sub-regionale”; si tratta dell’Agenda 21 Locale.
L’Agenda 21 Locale può essere descritta come uno sforzo comune, all’interno di una comunità, per raggiungere il massimo del consenso tra tutti gli attori sociali (cittadini, enti, associazioni di categoria, imprese private, organizzazioni locali, ecc.) riguardo la definizione e l’attuazione di un piano d’azione ambientale che guardi al XXI secolo.
La scala locale è considerata quella più idonea a promuovere iniziative mirate e perciò più efficaci. La pubblica amministrazione locale è infatti più vicina ai problemi per comprenderne specificità e urgenza. Nel contempo gli attori sociali sono abbastanza radicati e strutturati da poter giocare un ruolo di partner attivo.
Il Comune di Bergamo ha formalizzato l’impegno verso uno sviluppo sostenibile del proprio territorio aderendo, con atto di giunta del 10 febbraio 2005 alla ”Carta delle città europee per uno sviluppo durevole e sostenibile” (Carta di Aalborg) a agli Aalborg Commitments, avviando una propria Agenda 21 Locale.
L’Amministrazione ha aggiornato la Relazione sullo Stato dell’Ambiente nel 2009 e nel 2011, quello oggetto di presentazione è il 3 aggiornamento.
Elemento comune dei diversi progetti è la necessità di condividere percorsi, scelte e politiche con il territorio ed in particolare con gli stakeholders interessati, dai quali ci aspettiamo un fattivo contributo per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

 

Prenota il tuo posto

La partecipazione assegna agli Architetti iscritti ad un Ordine provinciale n. 3 CFP.
Si ricorda ogni partecipante che necessita di CF di provvedere alla compilazione del modulo predisposto durante la preregistrazione e di firmare (entrata e uscita) i moduli cartacei che verranno messi a disposizione dall'Organizzazione. Eventuali firme mancanti comporteranno la non assegnazione dei CFP.